venerdì 20 gennaio 2012

Presagi - II Workshop KnitViktim a Lu.C.C.A Center of Contemporary Art

Knitting Workshop abbinato alla mostra di Bruno Pedrosa, "Presagi" a cura di Maurizio Vanni a Lu.C.C.A - Centre of Contemporary Art 

"Tema portante della mostra è il "presagio" ovvero quel segno premonitore di avvenimenti futuri che l'artista sfida e trasforma in simbolo concreto ...


Le opere di Pedrosa non manifestano ciò che è percepibile in natura, ma qualcosa che viene dalla coscienza profonda, contemplativa: le sue strutture segniche o materiali traggono origine dall'invisibile sentire intimo. Pedrosa non replica il vero ma ne svela l'energia e l'essenza: semplifica le forme e ne estrae la potenza vitale...



Nei suoi dipinti ad olio il processo di sintesi arriva a un'esplosione di linee ed intrighi colorati..."


mentre nelle opere su carta le linee rette si sovrappongono formando un tessuto a trama stretta."
tratto da www.luccamuseum.com





l workshop si terrà a Lu.C.C.A. - Center of Contemporary Art che ha sede all'interno del cinquecentesco Palazzo Boccella nel centro di Lucca.

copyright dlg




Questa volta faremo insieme delle bellissime piastrelle lavorate a maglia usando varie tecniche di "color work" che diventeranno un presagio di un lavoro più ampio che poi progetterete e completerete a casa. 

Le tecniche che esploreremo sono:


- il semplice alternarsi di colori da ferro a ferro per creare delle strisce







- l'intarsia, utilizzata per aggiungere grandi "blocchi" di colore ad un fondo in tinta unita, o per creare un disegno a motivo libero








- il "freeform" lavorato o a maglia o all'uncinetto   oppure usando una combinazione dei due. Diversi colori e tipi di filati vengono usati per creare un tessuto a motivo libero














Mi dispiace dovere dire che non abbiamo raggiunto un numero sufficiente per tenere il workshop, ma forse ci si riprova prima della fine di Aprile! Vi farò sapere!







venerdì 13 gennaio 2012

Un collo lavorato ai ferri + una cravatta vintage = trés chic!

Oggi sono felicissima! Maglia-Uncinetto.it ha pubblicato un mio modello per un collo con un tocco di vintage!

Per tutti i dettagli e le istruzioni per fare il collo, cliccate qui.

For instructions in English, download here

martedì 3 gennaio 2012

55 anni con EZ

E alla fine è arrivato il 2012! Non avevo dubbi che sarebbe arrivato, ma l'arrivo del nuovo anno mi coglie sempre di sorpresa!
La prima volta che mi sono resa veramente conto che un nuovo anno fosse arrivato è stato il primo giorno di scuola dopo le vacanza natalizie del 1960! Mi ricordo come se fosse ieri quando ho scritto per la prima volta quelle 4 cifre  - 1 9 6 0 - in cima ad un foglio di carta accanto al mio nome. Era un momento magico. Il momento in cui mi sono resa conto del passare del tempo. E da quel momento in poi sembra che il tempo mi sfugge sempre via!! Non ho mai abbastanza tempo per fare tutto quello che vorrei fare! Specialmente quando si tratta di lavorare ai ferri! Peccato che non posso accumulare le ore come accumulo gomitoli di lana, per poi tenerle tutte in ordine da usare quando voglio io! Pensa che bello poter aggiungere un'ora o due ad una bella giornata d'inverno. Due ore tutte per me, due ore per dedicarmi ai ferri! E invece no! Mi sembra di dover sempre rubare una manciata di minuti qua e là per poter godermi un'oretta tra i miei gomitoli!

Ma l'11 febbraio avrò a disposizione ben OTTO ore da passare a lavorare ai ferri insieme a chi decide di iscriversi al workshop che Maria Luisa di Unfilodi.com ha organizzato per noi!

Il workshop si intitola "55 Anni con EZ" e avremo 8 ore a disposizione per esplorare e cimentarci con 4 modelli di EZ che abbracciano questi anni. 

Cominceremo con due modelli apparsi nel numero primavera-estate di McCalls Needlework and Craft Magazine del 1956! Ho fatto delle ricerche, e secondo me questi sono stati i primissimi modelli di EZ ad essere pubblicati in una rivista. Sto parlando dei modelli per il Rib Warmer Vest e il Butterfly Vest. Due capi evergreen, ancora attualissimi oggi, così come lo erano nel 1956!
Sono due boleri. Uno con i bordi squadrati da portare "by day" e l'altro con un bordo curvato davanti e un effetto "alato" dietro da portare "by night". Il mio suggerimento è di lavorare il Rib Warmer Vest con i bordi squadrati in un filato aran o worsted, o magari in un Donegal tweed, e di lavorare il Butterfly Vest con un capo di Kauni in tinta unita e un capo di kid mohair o kid silk mohair, per un capo più elegante da portare "by night".



Poi ci sposteremo negli anni settanta con  il divertentissimo 3 spiral hat che è una variazione dell'original 5 spiral hat del 1973.
Apparso sia nella versione a 5 spirali sia in quella a 3 spirali nella serie televisiva statunitense "Elizabeth Zimmermann's Knitting Workshop" presentata dalla PBS (Public Broadcasting System) nei primi anni ottanta, fu ri-presentata da Meg Swanson (figlia della mitica EZ) nel numero invernale 2008/09 di Vogue Knitting in una terza rivisitazione. Questo cappello è lavorato in tondo e EZ ha utilizzato un aumento particolare per creare una piega ben definita lungo tutta la spirale. Il filato Eskimo della Drops è perfetto per questo cappello. Ma si può scegliere di usare anche un altro super bulky.




Il nostro viaggio con EZ si concluderà con l'Horizontal Brimmed Hat visto per la prima volta l'anno scorso con l'uscita del libro Knit One Knit All, una raccolta di modelli inediti di EZ, tutti lavorati in punto legaccio.
Con questo modello impareremo a sviluppare la corona di un cappello con un metodo molto utilizzato da EZ per sagomare e modellare i suoi capi - il metodo dei ferri accorciati.
Secondo me, il filato per questo cappello deve avere molto "corpo". Io farò la prova con il filato Pure Black Welsh Mountain Wool della Blacker Designs.





Se vuoi partecipare in questo workshop organizzato e sponsorizzato da Unfilodi.com, troverai tutti i dettagli qui!