lunedì 11 febbraio 2013

Bio Organic Wool di Borgo dei Pazzi, Firenze

Oggi è la volta del Bio Organic Wool di Borgo dei Pazzi, Firenze. Bio Organic Wool è un filato "aerato" se si può usare questo termine. E' un capo singolo, molto leggero con poca torsione, ma il fatto che intrappola molto aria tra le fibre lo fa anche molto caldo. Il Bio Organic è un filato bulky/super bulky da lavorare con ferri dai 5.5mm ai 7mm. 

Io l'ho lavorato prima con un ferro 5.5mm ma poi ho deciso per un 6mm. Io lavoro con una tensione piuttosto lenta e ho ottenuto un gauge di 3,5 maglie/pollice (2.5cm circa). Se si lavora con una mano più stretta, un ferro 6.5mm o 7mm potrebbe andar meglio per te. 
Prima del bloccaggio
Dopo il bloccaggio, lo swatch ha mantenuto bene il gauge come si può vedere paragonando le due foto qui di fianco. 
Dopo il blocaggio
Il Bio Organic da una maglia con poca definizione, quindi il filato poco adatto alla lavorazione di trecce o altri tipi di punti che richiedono una definizione superiore. Il tessuto ottenuto è morbidissimo, leggero e molto avvolgente.

E' un buon filato. Unica mia paura? Che si possono formare quelle odiose palline tipico dei filati poco ritorti!







3 commenti:

Gianna Bagnoli Bamora ha detto...

interessante grazie Donna

Silvia ha detto...

Bellissima lana, conosco il marchio, ho lavorato la felt e delle matasse multicolor......ma quanto saà bello lavorare a maglia!!!!!

knitting bear ha detto...

Sembra interessante, e adatto a un progetto che avrei in mente. Grazie della recensione (molto accurata e ricca di foto!)